back home

RR 4T 350 EFI/390/430/480


RR 4T MY 2015

ll progetto Beta RR Enduro continua a crescere e a migliorarsi, forte dei successi sui campi di gara e del grande impegno dell’ufficio tecnico e dell’R&D a Rignano sull’Arno. I modelli RR Enduro 2015 diventano più leggeri ed agili, aumenta la gestibilità della loro grande potenza e coppia, rappresentano il mezzo ideale per l’utente appassionato e l’arma vincente per i piloti affamati di vittorie.

La gamma RR Enduro 4T 2015 si evolve acquisendo su tutti i modelli gli aggiornamenti della versione “RR 4T Factory MY14” e introducendo molte novità tecniche. Gli obiettivi principali dello sviluppo sono stati incrementare la leggerezza e la maneggevolezza della moto, migliorarne l’handling complessivo rendendole più piacevoli e facili da usare ma, anche e soprattutto, più efficaci. I componenti del blocco motore sono stati alleggeriti e ridisegnati per ridurre le masse inerziali, le cilindrate sono state ridotte per aumentare la maneggevolezza e ridurre i pesi specifici. Rispetto alle cubature più grandi del modello precedente, i valori assoluti di potenza e coppia rimangono invariati grazie ad un nuovo profilo dell’asse a camme ed a un nuovo sistema di scarico; si è, per contro, ottenuta una miglior distribuzione della curva di coppia per un più ampio utilizzo dei motori.


Sistema ad Iniezione Elettronica

La principale novità della gamma RR Enduro 4T 2015 è il sistema ad iniezione elettronica montato sul modello 350. Il sistema è stato sviluppato insieme a Synerject ed ha un corpo farfallato di diametro 42 mm. L’iniezione elettronica assicura un preciso controllo della carburazione in ogni condizione di utilizzo, la miscela aria-benzina viene ottimizzata a qualsiasi altitudine grazie ad un misuratore di temperatura e uno di pressione. Con ogni stile di guida si ha una risposta del motore spontanea e lineare, inoltre, grazie all’adozione di uno stepper motor montato sul corpo farfallato, viene sempre assicurato un accurato regime minimo di rotazione e ridotto sensibilmente il freno motore.


Motori

Tutta la gamma è equipaggiata con motori completamente rinnovati, sia nell’estetica che nella sostanza. Il peso complessivo è stato ridotto di 1kg sui motori 430 e 480, rispetto ai precedenti 450 e 498, e addirittura di 1,5kg per il 350 (derivato direttamente dal modello factory 2014) e per il 390 (che sostituirà il 400). I carter centrali sono stati completamente riprogettati, sono stati alleggeriti e rivisitati internamente per alloggiare un nuovo sistema di trascinamento delle pompe olio, che risulta più semplice ed efficace grazie all’eliminazione di un ingranaggio. E’ stata ridisegnata la camera volani al fine di ridurre al minimo le perdite per pompaggio e tutta la geometria è stata rivista grazie all’introduzione di nervature che irrigidiscono il basamento del motore. Anche i coperchi, frizione e volano, hanno subito revisioni nell’ottica di togliere peso e, al contempo, aumentare la rigidezza dei particolari stessi.

  • Gli alberi motore hanno nuove spalle e una nuova biella, più leggeri e con inerzia ottimizzata, rendendo la moto più rapida nell’erogazione e più agile grazie alla riduzione dell’effetto giroscopico.
  • Le bielle, nello specifico, sono più corte, più leggere e hanno un nuovo disegno. La riprogettazione è stata mirata alla riduzione delle masse alterne e del dimensionamento dei motori. Le cilindrate 390-430-480 hanno infatti tutto il gruppo termico posizionato più in basso rispetto ai modelli precedenti, questo permette di compattare le masse vicino al baricentro migliorando sensibilmente l’agilità della moto.
  • Il pistone è più leggero e più robusto grazie alla realizzazione con una struttura derivante dalla Formula 1 chiamata “box-in-box”, che consente di ridurre le vibrazioni e aumentare le performance. Lo spinotto pistone è rivestito con trattamento Diamond Like Carbon (DLC) che consente di ridurre al minimo gli attriti e l’usura.
  • Gli assi a camme sono sati sviluppati con un nuovo profilo per un aumento di prestazioni in particolare ai bassi regimi e una maggiore linearità di erogazione. Inoltre è stato adottato un set completo di valvole in titanio per le cilindrate 350 e 390.
  • Il cilindro ha un nuovo disegno della camera acqua per migliorare l’asportazione di calore e rendere più efficiente l’intero sistema di raffreddamento. La testa è stata completamente riprogettata sia a livello di condotti e camera di combustione, in funzione delle necessità delle nuove cubature, sia a livello esterno.
  • Il motorino avviamento è stato profondamente rivisto e risulta più potente e più leggero rispetto ai modelli precedenti. L’albero di bilanciamento è stato completamente riprogettato in funzione del diverso bilanciamento delle masse primarie del gruppo albero motore; ne risulta, anche in questo caso, un sensibile risparmio di peso. Il manicotto di aspirazione è stato completamente riprogettato, in funzione delle nuove cilindrate, per garantire la miglior alimentazione, un ottimale riempimento del motore e quindi il suo miglior rendimento, in particolare a bassi regimi di rotazione.

Scarico

Riprogettato il silenziatore con nuovi passaggi interni e diametro del tubo di raccordo al collettore maggiorato. Aumenta sensibilmente le prestazioni e la precisione di risposta del motore, accordandosi al meglio alla diversa fluidodinamica imposta dalla revisione delle cilindrate e del gruppo termico.


Forcella

La forcella Sachs USD ? 48 sviluppata in stretta collaborazione tra Beta e Sachs ha al suo interno numerose e importanti novità: nuovo disegno del pistone di estensione con geometria “a tre asole” al fine di migliorare e rendere più diretto il flusso d’olio in modo da assorbire in maniera più progressiva gli urti violenti. Per migliorare invece la scorrevolezza generale della forcella, particolarmente sull’attrito di primo distacco, è stato inserito un sistema di svincolo della molla dagli appoggi per eliminare l’attrito di torsione, è stato modificato il disegno delle canne e dei foderi aumentando la distanza tra i DU di scorrimento riducendone allo stesso tempo l’altezza , è stato, infine, ridisegnato il profilo della molla per garantirne un miglior inserimento all’interno della canna. Sono stati inoltre rivisti tutti i giochi di funzionamento rendendoli più precisi.


Ammortizzatore

Nuovo pistone interno con passaggi olio ridisegnati per migliorarne il flusso e ridurre il surriscaldamento dello stesso durante il funzionamento. L’ammortizzatore fornisce così delle prestazioni più stabili, precise e ripetibili anche se sottoposto a uso molto intenso.


Paracolpi manubrio

Ideale nella guida più estrema in fuoristrada e conforme agli standard richiesti dalle normative FIM.


Sella

L’imbottitura è stata riprogettata con schiumato più morbido.


Grafiche

Il look rinnovato dona slancio e carattere, mantenendo i classici colori Beta.