back home

23/10/2017

World Enduro Championship 2017 - Germania

STEVE HOLCOMBE E BETA CAMPIONI DEL MONDO ENDUROGP

Zschopau, una piccola cittadina tedesca a pochi chilometri da Lipsia, ha ospitato l’ultimo round della stagione Enduro targata 2017 ed ha regalato il doppio, anzi triplo, Titolo Mondiale alla Casa toscana.

Il leader della classifica generale della EnduroGp – Steve Holcombe – si è presentato in Germania con la necessità di conquistare 10 punti per portare a casa la vittoria del Campionato.

Al termine delle due gare, con una fantastica doppietta ed il bottino pieno – 50 punti – Steve Holcombe si è laureato Campione del Mondo Piloti EnduroGp e Beta, come già lo scorso anno, ha conquistato il Titolo di Campioni del Mondo Costruttori EnduroGp.

I due Titoli arrivano al culmine di una stagione spettacolare per l’inglese del Team Beta Factory: 11 podi – di cui 6 vittorie – su 16 gare. La prova di forza messa in campo già dal primo giorno di gara, con ben cinque migliori tempi nelle nove prove speciali disputate, gli ha permesso di conquistare anche il premio dedicato a Mika Ahola “Brave One”.

Con il Day 2, oltre alla matematica certezza della conquista del Titolo Costruttori EnduroGp, è arrivata per Beta anche la terza consacrazione grazie alla conquista del Titolo di Campione del Mondo Junior da parte di Brad Freeman. Il pilota del Team Beta Boano Racing ha infatti completato la sua rimonta su Davide Soreca grazie alla doppietta in terra tedesca ed alle 10 vittorie sulle 14 gare disputate.

La stagione si conclude quindi come una delle più vittoriose per la grande famiglia Beta.

Weekend amaro invece per Alex Salvini che, dopo un buon avvio nella giornata inaugurale in cui occupava la quinta posizione, si è dovuto ritirare per un problema fisico alla spalla.

STEVE HOLCOMBE

“Sono felicissimo del Titolo conquistato. Questa è stata una stagione incredibile ed entusiasmante ed il Mondiale conquistato con questa doppietta ha un sapore migliore”.

ALEX SALVINI

“Ero venuto qui in Germania con l’idea di fare un’ottima gara e torno a casa con un altro infortunio. Stagione da dimenticare e da archiviare al più presto”.